Scegliere dove Investire

Una delle prime cose che si chiede quando si vuole investire è la sicurezza, la protezione del capitale.

Oltre questo però, si deve garantire un rendimento, altrimenti non avrebbe senso investire il proprio denaro, anche perché se decidete di effettuare degli investimenti sicuri, state certi che spesso non riescono ad essere molto redditizi.

Quindi come scegliere dove investire?

La risposta non è affatto facile, perché in questo settore si deve rischiare qualcosa, e più alto è il rischio più è bassa la percentuale di capitale che potrebbe rimanere in caso qualcosa vada storto.

Quindi scegliere dove investire dipende sempre dal profilo di rischio del risparmiatore, ma oggi ci sono varie tipologie di investimenti che sono più sicure rispetto ad altre.

La liquidità sul conto corrente o sui conti di deposito remunerati è garantita fino a 100mila euro a persona, grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e non si può dire lo stesso per gli investimenti in azioni, che è totalmente un capitale di rischio.

Se il conto di deposito ha un rendimento più sicuro, non garantisce il guadagno potenziale che si potrebbe avere con le azioni, ma d’altro canto queste ultime aumentano il rischio di poter perdere l’intero capitale investito.

Si può fare lo stesso discorso per quanto riguarda il risparmio postale, con i vari libretti di risparmio o buoni fruttiferi, che rendono molto meno ma sono più sicuri rispetto ad altre soluzioni, come le obbligazioni subordinate che possono portare alla perdita dell’intero capitale in poco tempo.

Dopo aver fatto tutti questi esempi, è importante capire che un risparmiatore deve comprendere bene su quali settori vuole investire, anche se uno dei maggiori consigli da parte di tutti i professionisti è quello di diversificare il più possibile i propri investimenti.

Per esempio, un investitore con un profilo di rischio molto basso non investirà in azioni o obbligazioni subordinate, ma si concentrerà solo su strumenti finanziari monetari che hanno la sicurezza di restituzione del capitale investito, come possono essere i Bot o i Btp, o i già citati libretti postali, mentre un risparmiatore con un alto tasso di rischio potrebbe investire in azioni oppure sui metalli preziosi come oro e diamanti, per non parlare degli investimenti immobiliari che si potrebbero rivelare un’arma a doppio taglio.

Scegliere dove investire il proprio denaro non è mai semplice, anche perché si differenzia da persona a persona soprattutto per quanto riguarda il capitale da investire e il rischio che ogni risparmiatore è disposto a correre.